Si vitam inspicias hominum, si denique mores, cum culpant alios: nemo sine crimine vivit. 

                   

PL Informa
L’esperto risponde L’esperto risponde
I fatti del giorno in ogni Provincia I fatti del giorno in ogni Provincia
CODICI ON LINE
Codice della Strada Codice della Strada Prontuario CDS Prontuario CDS Regol. Att. CDS Regol. Att. CDS Codice Penale Codice Penale Codice Proc. Penale Codice Proc. Penale Codice Civile Codice Civile Codice Proc. Civile Codice Proc. Civile
19.05.2012 Quesito Un locale ha ottenuto in data 28/07/2003 la licenza ex art. 80 TULPS, l'attività è poi cessata e ora, a distanza di circa 10 anni, riapre un altro soggetto. Il locale è sempre lo stesso, non vi sono state modifiche strutturali ed il nuovo titolare prodotto una SCIA per l'attività di somministrazione. Poiché ha delle ballerine sostiene che la precedente licenza (agibilità ex art. 80) sia ancora valida. chiedo un parere....... Risposta 1) il certificato di prevenzione incendi che mi hai inviato è scaduto a luglio 2009 e, quindi, già questo può bastare a non consentire il prosieguo dell’attività; 2) la precedente licenza di agibilità, rilasciata nell'anno 2003, a seguito di sopralluogo della Commissione Comunale di Vigilanza sui locali di Pubblico spettacolo, al momento non ha alcuna validità per due motivi: a) le licenze di P. S. sono personali e, quindi, non trasmissibili a terzi ai sensi dell'art. 8 del TULPS; b) l'art. 141 del reg. esecuzione del TULPS (R. D. 635/40), all'ultimo comma stabilisce "Salvo quanto previsto dagli articoli 141-bis e 142 per l’esercizio dei controlli di cui al primo comma, lettera e), e salvo che la natura dei luoghi in cui sono installati gli allestimenti temporanei richiedano una specifica verifica delle condizioni di sicurezza, non occorre una nuova verifica per gli allestimenti temporanei che si ripetono periodicamente, per i quali la commissione provinciale di cui all’articolo 142, nella stessa provincia, o quella comunale di cui all’articolo 141-bis, nello stesso comune, abbia già concesso l’agibilità in data non anteriore a due anni "; ciò significa che dopo due anni necessita comunque un nuovo sopralluogo della stessa Commissione di vigilanza, indipendentemente dal fatto che vi siano stati o meno lavori nella struttura o modifiche nell'allestimento dello spettacolo. Devo, però, evidenziare che l'ultimo Decreto Monti sulle Semplificazioni , ( D. L. 5/12, convertito dalla legge 33/12), all'art. 13, comma 2,  ha abrogato - tra gli altri - anche il secondo comma dell'art. 124 del Reg. Esecuzione del Tulps che recita Sono soggetti alla stessa licenza gli spettacoli di qualsiasi specie che si danno nei pubblici esercizi contemplati dall’art. 86 della legge". In pratica, significa che nel locale di somministrazione di alimenti e bevande, qualora si danno spettacoli, di intrattenimento, non è necessario più richiedere la licenza ex art. 69 TULPS, a condizione però che l'attività prevalente sia sempre quella della somministrazione e sia temporaneo. Sperando di aver chiarito dubbi, invio i più cordiali saluti. Ringraziamo il Dott. Michele Pezzullo, Comandante di PM di Casoria, per la collaborazione
CODICI ON LINE

Supplemento a SULPL News Direzione, Redazione e Amministrazione: GENOVA - Corso Torino 2, interno 1 - Dir. Resp.: Dr. Giovanni Bonora - Autorizzazione Trib. di Bolzano n°    38/90.